Author: user_studioprade

StudIo Avvocato Prade - Articles posted by user_studioprade

Illecito del dipendente e inchiesta interna all’ente

Con una recente sentenza (nr. 10934 depositata lo scorso 15 marzo). la Cassazione ha fornito alcune indicazioni sulle regole per lo svolgimento delle indagini interne e sul termine a disposizione dell’ente per proporre querela in caso di illecito commesso dal personale. Più in dettaglio, la Corte ha precisato che, laddove l’ente sospetti l’appropriazione indebita di[...]
Vedi di più

Patente a punti per la sicurezza sul lavoro

Il Consiglio dei Ministri ha varato lo schema di Decreto Legge sul PNRR (“Ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”) che introduce una serie di provvedimenti per accelerare l’attuazione del piano. Al contempo, sono anche previste alcune norme per la tutela dei lavoratori. Dal 1 ottobre 2024 entrerà in funzione,[...]
Vedi di più

Whistleblowing e comportamenti ritorsivi

L’Anticorruzione, con la delibera di febbraio 2024, ha sanzionato i superiori gerarchici di un sottoufficiale dei Carabinieri che aveva segnalato alcune anomalie riscontrate in servizio. Il comportamento dei due superiori è stato infatti valutato ritorsivo perché motivato dalla volontà di “punire” il sottoposto per le denunce rivolte all’Autorità Giudiziaria e all’A.N.AC. stessa. Il sottoufficiale, infatti,[...]
Vedi di più

Indici rivelatori dell’amministrazione di fatto

Ai fini dell’attribuzione della qualifica di amministratore ‘di fatto’ è necessaria la presenza di elementi sintomatici dell’inserimento organico del soggetto con funzioni direttive in qualsiasi fase della sequenza organizzativa, produttiva o commerciale dell’attività della società, quali i rapporti con i dipendenti, i fornitori o i clienti ovvero in qualunque settore gestionale di detta attività, sia esso[...]
Vedi di più

Efficace attuazione del Modello

Con la sentenza nr. 49306 depositata in data 12.12.2023 la Cassazione ha rigettato il ricorso di un Ente condannato per smaltimento illecito di fanghi di depurazione, che aveva chiesto uno sconto di pena (ai sensi dell’articolo 12, comma 2, lett. b) del Decreto 231) per avere adottato il Modello successivamente alla commissione del reato presupposto da[...]
Vedi di più

LA TUTELA DEL MADE IN ITALY É LEGGE

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge nr. 206 del 27.12.2023 recante disposizioni organiche intese a valorizzare e promuovere le produzioni di eccellenza, il patrimonio culturale e le radici culturali nazionali. Fra le diverse novità introdotte vi è l’istituzione della “Giornata nazionale del made in Italy” il 15 aprile di ogni anno, prevista dall’art.[...]
Vedi di più

Reato presupposto e responsabilità dell’ente

La responsabilità dell’ente non discende in modo automatico dalla commissione del reato presupposto da parte di un apicale o di un soggetto sottoposto alla sua direzione o vigilanza. Lo ha ribadito la Cassazione in una sua recente pronuncia (sentenza n. 42237 depositata lo scorso 17 ottobre) con cui ha annullato la condanna irrogata ad un[...]
Vedi di più

Prescrizione dell’illecito amministrativo da reato

La disciplina della prescrizione per persona fisica e persona giuridica è eterogenea ed i rispettivi “termini sono diversi e non sovrapponibili”. Con tali motivazioni la Corte di Cassazione ha annullato, con la pronuncia nr. 43709 del 30.10.2023, una sentenza in cui si era ritenuto estinto, per il decorso del termine, sia il reato contestato al[...]
Vedi di più

Infortunio sul lavoro: RLS condannato

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) deve verificare che il personale abbia ricevuto idonea formazione ed attivarsi nei confronti del datore per l’adozione di misure di prevenzione. In caso contrario, va riconosciuta la sua responsabilità per l’infortunio mortale di un magazziniere investito da un carrello durante le operazioni di stoccaggio, ove si accerti[...]
Vedi di più

Gestione di discarica abusiva

“Ai fini della configurabilità del reato di realizzazione o gestione di discarica non autorizzata, è sufficiente l’accumulo di rifiuti, per effetto di una condotta ripetuta, in una determinata area, trasformata di fatto in deposito, con tendenziale carattere di definitività, in considerazione delle quantità considerevoli degli stessi e dello spazio occupato (…), essendo del tutto irrilevante[...]
Vedi di più